L'UE chiede alla Grecia di indagare sulle accuse contenute nel rapporto dell'UHHCR | Jonkind ti dice tutto sulle notizie generali

L'UE chiede alla Grecia di indagare sulle accuse contenute nel rapporto dell'UHHCR

0 Comment

Un funzionario dell'Unione Europea (UE) ha detto questa settimana che la Grecia dovrebbe fare sforzi per indagare sulle accuse dell'UNHCR riguardo al trattamento dei richiedenti asilo al confine. Secondo il rapporto, la Grecia rimanda i richiedenti asilo in Turchia o li lascia alla deriva in mare senza soccorso.

 

L'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) ha detto di aver ricevuto anche rapporti da varie fonti che accusano la Grecia di non dare rifugio ai richiedenti asilo in fuga dal loro paese. La Grecia ha negato queste notizie, dicendo che sono false voci diffuse dai contrabbandieri al confine.

L'UE ha dichiarato che il rapporto dovrebbe essere ulteriormente investigato.

Secondo Ylva Johansson, capo degli affari interni dell'UE, il rapporto dell'UNHCR è preoccupante e dovrebbe essere ulteriormente investigato dalle autorità greche. Ha fatto questa dichiarazione durante la sua visita in Grecia. In risposta alla dichiarazione dell'UE, il ministro greco Notis Mitarachi ha detto che la Grecia sta rispettando le leggi internazionali e le regole europee.

 

Ha aggiunto che le autorità greche indagheranno ulteriormente su questi rapporti per dissipare le preoccupazioni. Ha anche negato le accuse, dicendo che la guardia costiera greca non restituisce i richiedenti asilo ai paesi da cui fuggono.

Notis Mitarachi accusa i contrabbandieri di diffondere voci.

Secondo il ministro greco, la guardia costiera greca ha sventato i tentativi di contrabbando di persone nel paese. False accuse che la Grecia non è morbida con i rifugiati sono diffuse da contrabbandieri scontenti. Ha anche aggiunto che l'indagine condotta dalla magistratura greca e da un'agenzia di frontiera non ha concluso che la Grecia sia colpevole di aver violato qualche regola.

 

Mitarachi ha dichiarato che più di 13.500 migranti si trovano attualmente in diversi campi in Grecia. Questo numero è drasticamente diminuito dal 2019. La maggior parte dei rifugiati sono persone che fuggono da stati devastati dalla guerra in Siria ed entrano in Grecia attraverso la Turchia. Altri paesi europei hanno sperimentato un afflusso di richiedenti asilo da altri paesi.